Vendemmia extracomunitaria

Vendemmia nella Bergamasca. Un gruppo di sorridenti ed allegri pakistani vendemmia tra i filari di un vigneto bergamsco.

Vendemmia extracomunitaria

Tra i filari di vite nella bergamasca

Trai i più bei ricordi della mia gioventù non posso non ricordare quei magnifici momenti trascorsi vendemmiando. Ecco perchè ho deciso di portare mio figlio tra i filari di un vigneto bergamasco per un primo contatto con i colori, i sapori ed i profumi della vendemmia.

Senza alcuna sorpresa ho trovato al lavoro solo sorridenti uomini pakistani che, tra un grappolo e l’altro si sforzavano anche di capire gli ordine urlati in bergamasco (i bergamaschi urlano sempre :)), ma nessun giovane italiano, lo stesso proprietario al lavoro tra i filari ne osservava criticamente l’assenza dei figli. Che piaccia o meno, QUESTA è quella che io considero l’integrazione degna del proprio significato. Stranieri che si guadagnano da vivere onestamente, lavorando, osservando ed assimilando usi e costumi locali, senza in alcun modo rinunciare ai propri.

L’integrazione va guadagnata, NON è un diritto che si acquisisce semplicemente calpestando il suolo Italiano! La propagandistica ministra Kyenge ne prenda atto e confini le sue esuberanze nel proprio ambulatorio oculistico.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Vuoi altri reportage?

Suggerisci un reportage fotografico e noi lo realizzeremo
partecipa

Post Recenti